giovedì 5 giugno 2008

Post 08 - incarichi legali indirizzi incidentali Corte dei Conti

A conferma delle precedenti note, si ritiene dare rilievo e richiamare la Delibera della Corte dei Conti Sezione delle Autonomie che , pur intervenendo sulle linee di indirizzo e criteri interpretativi dell'art. 3, commi 54-57 della legge 24/12/2007, n. 244 (legge finanziaria 2008) in materia di regolamenti degli enti locali per l'affidamento degli incarichi di collaborazione, studio, ricerca e consulenza. “ richiama incidentalmente la tematica degli incarichi legali e , nello specifico, della rappresentanza e patrocinio giudiziale.

Nel caso, chiarendo come : …… omissis…. appare possibile ricondurre la rappresentanza/patrocinio legale nell'ambito dell'appalto di servizi, dovendosi fare in generale riferimento alla tipologia dei "servizi legali" di cui all'allegato 2B del d.lgs. n. 163/2006, che costituisce, ai sensi dell'art. 20 del decreto, uno dei contratti d'appalto di servizi cosiddetti "esclusi", assoggettato alle sole norme del codice dei contratti pubblici richiamate dal predetto art. 20, nonché i principi indicati dal successivo art. 27 (trasparenza, efficacia, non discriminazione)……. Omissis… “ .

Acclarato che gli incarichi citati sono da ricondurre all’interno delle fattispecie di applicazione previste dal codice dei contratti , occorre dare compiuta e palese evidenza alla necessità/opportunità che unica struttura della Amministrazione ( Ente locale per le circostanze che qui interessano ) gestisca direttamente tale servizio, non già ovviamente in ordine agli aspetti strettamente tecnici in pertinenza del responsabile di area in cui si è creata la necessità ( endoprocedimenti ) , ma bensì nella complessiva e generale gestione del procedimento sull’esterno compreso le modalità di affidamento di detti incarichi .

Nessun commento:

Posta un commento