giovedì 22 ottobre 2015

SUL VINCOLO IDROGEOLOGICO E SULLA PROPOSTA DI COLLABORAZIONE DELLA REGIONE LIGURIA


Vi allego la nota che ho trasmesso alla Giunta Comunale dopo aver letto la proposta di  collaborazione con Regione Liguria per la gestione  del VINCOLO IDROGEOLOGICO  a tutt'oggi priva di alcun riscontro!!!
 
In un momento dove il  DISSESTO  IDROGEOLOGICO sta assumendo  una  rilevanza tale da dover necessariamente mettere in campo competenze  adeguate e specifiche in materia  geologica  le normative spostano il problema in capo ai Comuni che sono totalmente sprovvisti di adeguate competenze!!!!     
 
 
 
Vezzano Ligure li  15.10.2015     

Prot.   12982

URGENTE

al Sindaco

alla Giunta Comunale

al Segretario Comunale

al Resp. Area LL.PP./Manutenzioni

al Resp. Area Ambiente

al  Responsabile SUAP /Comandante P.L.

-sede

 

 

Oggetto: COMPETENZE  DEFINIZIONE  PRATICHE VINCOLO IDROGEOLOGICO  LR 4/99 e smi

Riferimenti: richiesta  stipula   convenzione stipulata  tra i Comune  VEZZANO LIGURE  e  REGIONE  LIGURIA   per le funzioni  in materia di VINCOLO IDROGEOLOGICO  ai sensi della LR 4/1999 e smi - legge regionale n° 15  del 10.04.2015

RICHIESTA DI CHIARIMENTI IN ORDINE AGLI INDRIZZI CHE INTENDE ASSUMERE  L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

 

-Con riferimento  alle competenze   in materia di  VINCOLO IDROGEOLOGICO  ai sensi della LR 4/1999 e richiamate le mie note  (cfr. note del 15.04.2011, e successive ed in particolare  del 30.09.2014 prot. 12744 e  del 27.06.2014  prot. 8336, oltre  le note annuali a corredo delle proposte di stanziamento a  Bilancio a far data 2010 - prot. 2930 del 10.03.2015, in ultimo  prot. 8030 del 23.06.2015) inviate  a codesta AMMINISTRAZIONE  con le quali si  chiedevano  quali fossero le determinazioni che intendeva  assumere in ordine al definitivo  trasferimento di dette nuove competenze  al Comune a far data 1 luglio 2015   ed alle eventuali attività di convenzionamento  suggerite dall’art. 8  coma 8 LR 15/2015  (come peraltro già richiesto  con le predette note sindacali), ovvero se codesta Amministrazione, anche in via provvisoria, ovvero definitiva,  intendesse  procedere  alla stipula di apposita convenzione con altri Comuni e/o se intendesse  individuare apposito ufficio  con adeguate competenze al quale  demandare l’esercizio di dette nuove funzioni, previa apposito incarico a tecnico specializzato; 

 

RICORDATO  che:

 

-fino  30.06.2015  le funzioni  in materia di rilascio  di autorizzazione Vincolo Idrogeologico venivano  espletate dall'Amministrazione  Provinciale  della Spezia - Servizio Difesa del Suolo    in forza di   convenzione stipulata   fra vari  Comuni ( fra i quali  lo scrivente) e la stessa Amministrazione Provinciale della Spezia   (giusta CONVENZIONE firmata  in forza di Del. G.C.  n° 110 del 01.12.2014 e successivo  aggiornamento);

-la Legge Regionale n° 7/20011 "riordino e razionalizzazione delle funzioni svolte dalle comunità montane" ha stabilito il trasferimento delle funzioni in materia di vincolo idrogeologico  ai Comuni a far data 1 maggio 2011;

-a far data 1 luglio  2015  la cessazione della convenzione  già stipulata  con l'Amministrazione Provinciale  della Spezia - Difesa  del Suolo  ha di fatto   concretizzato  di una situazione di grave criticità  in ordine alla acquisizione del relativo nulla osta / autorizzazione relativamente a lavori edilizi ricadenti in area sottoposta a VINCOLO IDROGEOLOGICO, con conseguente pregiudizio delle procedure amministrative connesse alle DIA, alle SCIA ed al  rilascio di Permessi di Costruire, oltre che di qualsivoglia intervento edilizio privato e pubblico ricadente in area assoggettata al vincolo idrogeologico ai sensi della LR 4/99, oltre che  assoggettata a pericolosità Geomorfologica (come individuate ai sensi del PAI  Autorità di Bacino Fiume Magra) ;

-la LR  Liguria n° 15 del 10.04.2015  che attribuisce  alla Regione Liguria  le funzioni di a) Difesa del Suolo a far data 01 luglio 2015 e dato in particolare che l'art. 8 comma 8  stabilisce che "La Regione e i Comuni  possono avvalersi del personale delle Province tramite convenzioni e con oneri a carico  dell'ente utilizzatore";

-il Comune di Vezzano Ligure  la rilevato più volte la  necessità di procedere al rinnovo /proroga  / nuova stipula anche con la REGIONE LIGURIA della Convenzione  già stipulata  con  l'Amministrazione Provinciale per  le funzioni di cui sopra, in ragione del  fatto che  questo  Comune  non ha in organico competenze tecniche specifiche  per assolvere alle procedure previste dalla succitata LR 4/1999 (cfr. note / richieste sindacali in ultimo prot. 6038  del 12.05.2015 e prot. 7308 del 08.06.2015 rimaste a tutt'oggi prive di riscontro);

-il problema non attiene solamente le ordinarie pratiche edilizie  privata, ma anche a tutti gli interventi pubblici ricadenti  all'interno dell'area vincolata;

-gli aspetti  di natura idrogeologica,  geotecnica  e geologica  non sono da ritenersi o configurabili alla stregua di mero adempimento burocratico amministrativo  assolvibile a mezzo della mera individuazione tout court di generico  personale tecnico, peraltro allo stato attuale non rinvenibile all'interno della struttura comunale,  a cui  demandare   dette incombenze, trattandosi  invece  di  aspetti che afferiscono alla gestione del territorio sotto il profilo del dissesto idrogeologico la cui importanza di preventiva programmazione politica  ha assunto negli ultimi tempi, soprattutto  in relazione ai recenti eventi alluvionali che hanno interessato  il territorio   spezzino,  una priorità assoluta;   

 

ciò ricordato:

 

-Richiamate le richieste  sindacali  inoltrate alla Regione Liguria  (cfr. in ultimo  nota prot. 9116 del 18.07.2015)   volte a richiedere  alla stessa  di procedere alla  stipula di nuova CONVENZIONE  con con utilizzo dell'ex personale della  Provincia  - Difesa del Suolo  ai sensi e per gli effetti dell' art.  8 comma 8 LR 15/2015 e smi  per espletamento  alle competenze   in materia di   VINCOLO IDROGEOLOGICO   ai sensi della LR 4/1999,   in ragione del fatto  acclarato che il   Comune  di Vezzano Ligure non ha in organico competenze tecniche specifiche  per assolvere alle procedure previste dalla succitata LR 4/1999;

 

-Visto  il riscontro della  Regione Liguria  Dipartimento Ambiente Settore Ufficio Territoriale della Spezia per la Difesa del Suolo e delle Acque  - con sede in La Spezia, via XXIV Maggio 3, 19124 - LA SPEZIA  -  prot. PG/2015/178365  del  13.10.2015  - pervenuta  in atti del Comun a prot. 12947 del 15.10.2015  (che si allega in copia) corredata  da  BOZZA DI CONVENZIONE;

 

ciò premesso, letta la Bozza di Convenzione   proposta  dalla Regione Liguria si rileva quanto segue:

 

1-contrarimente a quanto  in precedenza  attuato  con la precedente Convenzione stipulata con l'Amministrazione Provinciale,  la nuova  proposta regionale si  configura come mero accordo di collaborazione e non di  assolvimento in toto delle competenze in materia  di rilascio di provvedimenti in materia di vincolo idrogeologico;  detta proposta evidenzia nelle premesse  che  tale   attività meramente collaborativa   è da intendersi effettuata "nelle more dell'organizzazione, da parte dei Comuni interessati,  di strutture tecniche adeguate, anche in forme associate"   "nell'ottica dell'efficacia dell'azione amministrativa, in attesa dell'organizzazione , da parte dei Comuni, del Servizio di che trattasi";

 

2-DA TALE ASSUNTO,  BEN SOTTOLINEATO DALLA NOTA REGIONALE,  APPARE  ASSOLUTAMENTE CHIARO CHE  L'ACCORDO  E' FINALIZZATO A TAMPONARE UNA  EMERGENZA E CHE  IL COMUNE DEVE COMUNQUE PROVVEDERE AD ORGANIZZARSI CON LA DOTAZIONE DI ADEGUATE STRUTTURE TECNICHE COMPETENTI IN MATERIA  GEOLOGICA ED  IDROGEOLOGICA; DETTA MATERIA E' DI ESCLUSIVA COMPETENZA DI DOTTORI GEOLOGI O DI INGEGNERI  GEOTECNICI, OVVERO DI FIGURE  TECNICHE  CHE NON RISULTANO IN DOTAZIONE DI QUESTA AMMINISTRAZIONE; LA NECESSITA DI DOTARSI DI UNA STRUTTURA TECNICA COMPETENTE IN MATERIA IDROGEOLOGICA E' STATA PIU' VOLTE SOLLECITATA ALL'AMMINISTRAZIONE  DAL SOTTOSCRITTO SIN  DAL 2010 (cfr. in ultimo  prot. 8030 del 23.06.2015), OVVERO IN EPOCA ADDIRITTURA ANTECEDENTE ALL'ENTRATA IN VIGORE DELLA LR 7/2011  ART. 3 COMMA 1  CHE  HA STABILITO  IL TARSFERIMENTO  DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI VINCOLO IDROGEOLOGICO DI CUI ALLA LR 4/1999 AL COMUNE, ALL'INDOMANI DI FENOMENI ALLUVIONALI VERIFICATISI NELL'AUTUNNNO DEL 2010;  

 

3-la proposta di collaborazione, che all'articolo 3 definisce come mero SUPPORTO TECNICO, al successivo art. 4  COMPITI DEL COMUNE prevede: a) che il comune provveda comunque  a nominare un proprio  dipendente come responsabile  del procedimento il quale mantiene i rapporti con l'ufficio territoriale e verifica il rispetto dei tempi del procedimento; b) che  trasmetta all'Ufficio territoriale la documentazione tecnica allegata all'istanza e cura i rapporti con il richiedente nel caso di eventuali richieste di documentazione tecnica integrativa; c) che il Comune provveda ad ogni altro adempimento amministrativo connesso  alla definizione  dei  procedimenti di cui all'art. 35, commi 1 e 2  della LR  n. 4/1999, compreso il rilascio del provvedimento   finale; 

 

 4-in ordine a quanto  stabilito alla lett. a)  dell'art. 4,   tenuto conto delle considerazione sopra espresse,  necessita  pertanto che il Comune e  tenuto conto del carico di lavoro già in assegnazione e di quello che ne conseguirà (IL COMUNE DI  VEZZANO LIGURE è VINCOLATO PER CIRCA IL 60 % DEL TERRITORIO)  individui il personale  designato,  tenuto presente  che  fra le funzioni   poste in carico del responsabile del procedimento, come stabilito dalla L.  241/90 e smi, vi è quella fondamentale di emettere una proposta di provvedimento che  attesti la conformità / corrispondenza  del progetto  alle norme geologiche vigenti; ne consegue  pertanto che  chi emette la proposta di provvedimento deve essere competente in materia  idrogeologica e geotecnica,  in quanto dovrà attestare la corrispondenza dell'intervento proposto, ad esempio, alla stratigrafia  geologica del terreno, alle sigma ammissibili dello stesso,  e ad una serie di parametri tecnici il cui linguaggio tecnico interpretativo  è di stretta competenza  del geologo  di un ingegnere geotecnico e non di un geometra o di un architetto ;

 

5-in ordine  a quanto stabilito  alla  lett. c)  dell'art. 4,   tenuto sempre conto delle considerazioni sopra espresse, necessita altresì che  il Comune, individui  il soggetto firmatario  con competenze  geologiche adeguate  deputato alla firma  del provvedimento finale  ed alle competenze  di cui all'art. 35 commi 1 e 2 ed art. seguenti della LR  4/1999 e smi

 

per quanto sopra espresso:

 

stante  la frequente ricorrenza di istanze di natura edilizia  (pratiche ordinarie  / sanatorie / condoni) giacenti c/o  l'Ufficio Edilizia Privata la cui definizione del procedimento è subordinata all'acquisizione della necessaria preventiva autorizzazione in materia di vincolo idrogeologico,  tenuto conto delle  considerazioni   espresse nella presente, si sollecita l'Amministrazione Comunale a   provvedere  ad assumere gli indirizzi e le determinazioni necessarie al fine di   consentire  allo scrivente ufficio di adempiere alle proprie funzioni  non potendo a tutt'oggi  rilasciare provvedimenti di natura urbanistica /  edilizia privi di detti preventivi  autorizzazioni idrogeologiche.

 

Preme infine rilevare,  come già evidenziato in precedenti note,  come  il convenzionamento  eventualmente attuato solo fra Comuni   sia da ritenersi  comunque imprescindibile dalla  presenza  fra il personale degli enti  convenzionandi  di personale tecnico con professionalità  specifiche ed attinenti  alle materie  in oggetto (geologi, ingegneri, etc.); ne consegue che la percorribilità di detta ipotesi dovrebbe essere preventivamente accertata in tal senso a mezzo di confronto fra  le Amministrazioni interessate.  Il problema invece non parrebbe porsi, almeno fino alla dotazione  /composizione della eventuale struttura intercomunale,  nel caso in cui  la convenzione stretta  direttamente con la Regione Liguria fosse assorbente di tutte le competenze  stabilite dalla LR 4/1999 e non si configurasse solo come mero supporto tecnico, tenuto comunque conto che, come già sopra evidenziato, che  nessuna fra le aree tecniche del Comune di Vezzano Ligure  ha attualmente  in dotazione personale  da  poter  adibire alla eventuale costituenda struttura   operativa  che  dovrebbe andare a costituire il prodotto della  eventuale Convenzione.

 

La presente a valersi in via di autotutela in relazione a possibili contenziosi che dovessero insorgere  per eventuali ritardi delle tempistiche  di cui al DPR 380/01, LR 16/08 e L. 241/90   e/o il mancato rilascio di provvedimenti di natura edilizia / urbanistica a causa della mancanza della preventiva autorizzazione  idrogeologica, ovvero in caso di mancata adozione  della dotazione tecnica prevista per legge o delle misure sostitutive di convenzionamento  indicate dalla Regione Liguria ai fini dell’esercizio   delle funzioni in materia  di vincolo idrogeologico.

 

Allegati: come nel testo

Il Responsabile dell’Area Urbanistica, Edilzia Privata : Arch. Roberto Bologna

2 commenti:

  1. Roberto , la prossima volta, non inserire tutta la nota nel post , inseriscila come allegato altrimenti diventa difficile la lettura complessiva .
    ciao grazie
    ale

    RispondiElimina
  2. Robi nella premessa manca la conclusione...TUTTI A CASA !!!

    RispondiElimina