mercoledì 13 gennaio 2016




Ciao a tutti , dopo un po di " riflessioni " torno a proporvi e sottoporvi due temi si sicura attualità :
la CUC e le necessità di protezione civile .

1) sulla CUC spero di approfondire l'argomento nel prossimo incontro previsto il 22 Gennaio ore 15:00, luogo da stabilire;
2) sulla protezione civile partecipo scheda finalizzata a ricognizione speditiva abitati in ottica di gestione emergenziale e , potenzialmente , evacuazione preventiva.

La scheda ( clicca qui ) è stata socializzata anche con Sara ( oggi protezione civile comune di Genova ) per scambiare riflessioni e possibile miglioramento.
cosa ne pensate ?
proviamo a pensare ad un C.O.I. ?
perchè non sollecitiamo/generiamo  un momento di socializzazione delle criticità di vallata con Sindaci e tecnici?

ciao a presto
a.c.

1 commento:

  1. CRITICITÀ STRUTTURALE ORGANIZZATIVA : Come tutti sapete la presa di coscienza del sistema di protezione civile da parte delle AC si sta mano a mano espandendo ed in ragione delle singole realtà più o meno sensibili si strutturerà sempre più il servizio di Protezione civile con una SQUADRA OPERATIVA costituita dai dipendenti comunali ed in affiancamento i volontari o gruppi autonomi di volontariato.
    Con la necessità di strutturare al meglio il servizio di PC i Sindaci nei casi di allerta arancione e rossa apriranno quasi come un automatismo il COC con le necessità che ne derivano. Necessità di presidio h24 e quant'altro.
    Alla luce delle risorse economiche derivate per la copertura del servizio oggi le AC che intendono strutturare in questo modo il servizio devono prevedere una somma da destinare al pagamento dello straordinario effettuato dai dipendenti.
    Orbene, sia che la somma sia presa da bilancio che sia presa dal fondo straordinari di tutti i dipendenti esiste un problema derivato dall'assorbimento di denari a scapito dei non appartenenti alla squadra operativa. Questo perchè la somma da coprire il servizio svolto verrà e viene presa dalle risorse di tutti senza poter incrementare ulteriormente il fondo a favore dei dipendenti esclusi dalla squadra.
    Da ciò la necessità di trovare forme diverse di approvvigionamento dei compensi così da poter mantenere intatta la somma derivata del fondo annuale oggetto di contrattazione decentrata.
    Una soluzione fattibile sarebbe quella di quantificare le somme previste necessarie ed in INSIEME CON TUTTI I SINDACI LIGURI Rappresentare alla Regione il problema.
    Nel caso la regione conceda dei contributi a favore dei comuni X la gestione del servizio di PC queste somme non andrebbero ad intaccare le somme a disposizione di TUTTI i dipendenti.
    A tal fine ritengo necessario incontrare il responsabile del comune capoluogo cos'ì da poter tracciare un percorso comune a favore dei dipendenti tutti.
    Luca

    RispondiElimina